aboutsummaryrefslogtreecommitdiff
path: root/it_IT.ISO8859-15/articles
diff options
context:
space:
mode:
authorAlexey Zelkin <phantom@FreeBSD.org>2002-01-09 11:26:17 +0000
committerAlexey Zelkin <phantom@FreeBSD.org>2002-01-09 11:26:17 +0000
commit5aa4c36a097a4a8d3724646ec512443888ce3e6f (patch)
treec5f3069996a6d851ea5403a96782ada36e23c33a /it_IT.ISO8859-15/articles
parentd964b2f8b40809743db867ab3615383e5c8ee44c (diff)
downloaddoc-5aa4c36a097a4a8d3724646ec512443888ce3e6f.tar.gz
doc-5aa4c36a097a4a8d3724646ec512443888ce3e6f.zip
Bunch of spelling corrections and use accented characters
PR: docs/33609 Submitted by: "Massimiliano Stucchi" <willythemax@yahoo.it>
Notes
Notes: svn path=/head/; revision=11641
Diffstat (limited to 'it_IT.ISO8859-15/articles')
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml198
1 files changed, 100 insertions, 98 deletions
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
index 8b2f1bc3e5..c1f521f845 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
@@ -4,11 +4,13 @@
<!DOCTYPE ARTICLE PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
<!ENTITY % man PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Manual Page Entities//EN">
%man;
+<!ENTITY % ISOlat1 PUBLIC "ISO 8879:1986//ENTITIES Added Latin 1//EN">
+%ISOlat1;
]>
<article>
<articleinfo>
-<title>Per chi e' alle prime armi sia con FreeBSD che con Unix</title>
+<title>Per chi &eacute; alle prime armi sia con FreeBSD che con Unix</title>
<authorgroup>
<author>
@@ -32,9 +34,9 @@
<pubdate>August 15, 1997</pubdate>
<abstract>
-<para>Congratulazioni per aver installato FreeBSD! Questa instroduzione
- e' per chi e' alle prime armi con FreeBSD <emphasis>e</emphasis>
- Un*x&mdash;percio' comincia dalle basi. Starai certamente usando
+<para>Congratulazioni per aver installato FreeBSD! Questa introduzione
+ &eacute; per chi &eacute; alle prime armi con FreeBSD <emphasis>e</emphasis>
+ Un*x&mdash;perci&ograve; comincia dalle basi. Starai certamente usando
la versione 2.0.5 o piu recente di FreeBSD distribuita da BSDi
o FreeBSD.org, il tuo sistema ha (per adesso) un solo utente
(tu)&mdash;e sei probabilmente abbastanza bravo con DOS/WINDOWS
@@ -48,10 +50,10 @@
<para>Entra (quando vedi <prompt >login:</prompt>) come l'utente che
che hai creato durante l'installazione oppure come
<firstterm>root</firstterm>.
- (La tua installazione di FreeBSD dovrebbe gia' avere un account per root;
- root puo' andare ovunque e fare qualsiasi cosa, anche cancellare
- files essenziali, Percio' stai attento!) I simboli &prompt.user; e
- &prompt.root; che incontrerai piu' avanti simboleggiano il prompt (i tuoi
+ (La tua installazione di FreeBSD dovrebbe gi&agrave; avere un account per root;
+ root pu&ograve; andare ovunque e fare qualsiasi cosa, anche cancellare
+ files essenziali, Perci&ograve; stai attento!) I simboli &prompt.user; e
+ &prompt.root; che incontrerai pi&ugrave; avanti simboleggiano il prompt (i tuoi
potrebbero essere differenti), dove &prompt.user; indica un utente
ordinario e &prompt.root; indica root.</para>
@@ -62,9 +64,9 @@
<screen>&prompt.root; <userinput>exit</userinput></screen>
</informalexample>
-<para>Per quanto e' necessario, ricordati di premere <keysym>enter</keysym>
- dopo qualsiasi comand, e ricorda che Unix fa distinzione tra maiuscole e minuscole. Percui digita &mdash;<command>exit</command>, non
- <command>EXIT</command>.</para>
+<para>Per quanto &eacute; necessario, ricordati di premere <keysym>enter</keysym>
+ dopo qualsiasi comando, e ricorda che Unix fa distinzione tra maiuscole e minuscole. Percui digita &mdash;
+ <command>exit</command>, non <command>EXIT</command>.</para>
<para>Per spegnere il computer digita</para>
@@ -87,8 +89,8 @@
<para>Puoi anche fare il reboot premendo
<keycombo><keycap>Ctrl</keycap><keycap>Alt</keycap><keycap>Delete</keycap></keycombo>.
Lasciagli un po di tempo per compiere il suo lavoro. Questo equivale a
- <command>/sbin/reboot</command> nelle versioni piu' recenti di FreeBSD
- ed e' molto meglio che premere il bottone di reset. Non
+ <command>/sbin/reboot</command> nelle versioni pi&ugrave; recenti di FreeBSD
+ ed &eacute; molto meglio che premere il bottone di reset. Non
vorrai mica reinstallare tutto da capo, vero ?</para>
</sect1>
@@ -104,46 +106,46 @@
</informalexample>
<para>La prima volta che aggiungi un utente, il sistema dovrebbe chiederti di inserire delle
- impostazioni di default da apllicare.Potresti volere come shell di default
+ impostazioni di default da applicare. Potresti volere come shell di default
&man.csh.1; invece di &man.sh.1;, se consiglia
<command>sh</command> come default. Altrimenti premi solo enter
per accettare i valori proposti. Questi dati vengono salvati in
<filename>/etc/adduser.conf</filename>, un file editabile.</para>
<para>Supponiamo che tu abbia creato un utente di nome <username>jack</username> di
- nome reale <emphasis>Jack Benimble</emphasis>. Da a jack una password se la
+ nome reale <emphasis>Jack Benimble</emphasis>. D&agrave; a jack una password se la
sicurezza (anche i bambini che gironzolano per casa possono rappresentare un
- pericolo per la tastiera) e' importante. Dove ti viene chiesto di invitare
+ pericolo per la tastiera) &eacute; importante. Dove ti viene chiesto di invitare
jack in un altro gruppo, digita <groupname>wheel</groupname></para>
<informalexample>
<screen>Login group is ``jack''. Invite jack into other groups: <userinput>wheel</userinput></screen>
</informalexample>
-<para>Questo ti permettera' di entrare come l'utente
+<para>Questo ti permetter&agrave; di entrare come l'utente
<username>jack</username> e usare il comando &man.su.1;
per diventare root. A quel punto non sarai piu preso in giro per essere entrato come
root.</para>
<para>Puoi uscire da <command>adduser</command> in qualsiasi momento premendo
<keycombo><keycap>Ctrl</keycap><keycap>C</keycap></keycombo>,
- e alla fine avrai l'ooportunita' di approvare il nuovo utente oppure premere
+ e alla fine avrai l'ooportunit&agrave; di approvare il nuovo utente oppure premere
<keycap>n</keycap> per non farlo. Potresti voler creare un secondo utente (jill?)
- Cosicche' quando andrai a editare i files di jack avrai un'ancora di salvezza in caso
+ cosicch&eacute; quando andrai a editare i files di jack avrai un'ancora di salvezza in caso
qualcosa vada male.</para>
<para>Una volta fatto questo, usa <command>exit</command> per tornare ad un
prompt di login ed entrare come <username>jack</username>.
- In generale e' meglio cercare di lavorare da utente normale
+ In generale &eacute; meglio cercare di lavorare da utente normale
in modo da non avere il potere &mdash;e il rischio
&mdash;di root.</para>
-<para>SE hai gia creato un utente e vuoi che quell'utente sia in grado
+<para>Se hai gia creato un utente e vuoi che quell'utente sia in grado
di usare <command>su</command> per diventare root, puoi entrare come root
ed editare il file <filename>/etc/group</filename>, aggiungendo jack
alla prima linea (il gruppo <groupname>wheel</groupname>). Ma
prima devi fare pratica con l'editor &man.vi.1;, &mdash; oppure
- usa l'editor piu' semplice, &man.ee.1;, installato sulle recenti versioni di
+ usa l'editor pi&ugrave; semplice, &man.ee.1;, installato sulle recenti versioni di
FreeBSD.</para>
<para>Per cancellare un utente, usa il comando <command>rmuser</command></para>
@@ -206,7 +208,7 @@
<term><command>ls <option>-a</option></command></term>
<listitem>
-<para>Mostra una lista di file nascosti cioe' con un <quote>punto</quote> davanti al nome, insieme agli altri.
+<para>Mostra una lista di file nascosti cio&eacute; con un <quote>punto</quote> davanti al nome, insieme agli altri.
Se sei root, i file <quote>puntati</quote> vengono mostrati senza l'opzione <option>-a</option>.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -223,7 +225,7 @@
della persona loggata in quel momento&mdash; per esempio,
<filename>/usr/home/jack</filename>. Prova <command>cd
<parameter>/cdrom</parameter></command>, e poi
- <command>ls</command>, per scoprire se il tuo CDROM e'
+ <command>ls</command>, per scoprire se il tuo CDROM &eacute;
montato e funziona.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -247,7 +249,7 @@
<listitem>
<para>Mostra <replaceable>filename</replaceable> sullo schermo.
- Se e' troppo lungo e ne puoi vedere solo la fine,
+ Se &eacute; troppo lungo e ne puoi vedere solo la fine,
premi <keycap>BlocScorr</keycap> e usa
<keycap>freccia-su</keycap> per muoverti in alto; puoi usare
<keycap>BlocScorr</keycap> with man pages too. Premi ancora
@@ -274,7 +276,7 @@
<title>Trovare aiuto ed informazioni</title>
<para>Ecco alcune risorse utili per ottenere aiuto.
- <replaceable>Text</replaceable> e' qualcosa di che tu
+ <replaceable>Text</replaceable> &eacute; qualcosa di che tu
digiti a tuo piacere&mdash;normalmente si tratta di un comando
o del nome di un file.</para>
@@ -297,7 +299,7 @@
<listitem>
<para>Mostra la pagina di manuale per <replaceable>text</replaceable>. La
maggior risorsa di documentazione per i sistemi Un*x.
- <command>man <parameter>ls</parameter></command> ti dira'
+ <command>man <parameter>ls</parameter></command> ti dir&agrave;
tutti i modi possibli per usare il comando <command>ls</command>.
Premi <keycap>Enter</keycap> per muoverti nel testo,
<keycombo><keycap>Ctrl</keycap><keycap>B</keycap></keycombo>
@@ -387,7 +389,7 @@
<para>Se ti stufi di aspettare, premi
<keycombo><keycap>Alt</keycap><keycap>F2</keycap></keycombo> per
avere un'altra <firstterm>console virtuale</firstterm>, e loggare di
- nuovo. Dopo tutto e' un sitema multi-utente, e multi-tasking.
+ nuovo. Dopo tutto &eacute; un sitema multi-utente, e multi-tasking.
sicuramente questi comandi produrranno dei messaggio sullo
schermo quando lavorano; puoi digitare
<command>clear</command> per pulire lo schermo.
@@ -398,7 +400,7 @@
<para>Usare tali comandi fa parte dell'amministrazione di
sistema&mdash;e come utente singolo di un sistema Unix,
sei il tuo amministratore di sistema. Praticamente l'unica cosa
- per la quale e' necessario ce tu sia Root e' l'amministrazione. Queste
+ per la quale &eacute; necessario ce tu sia Root &eacute; l'amministrazione. Queste
non vengono trattate bene nemmeno in quei grossi libri
su Unix, che sembrano dedicare troppo spazio all'uso dei menu
nei windows managers. Potresti voler leggere uno dei piu
@@ -418,8 +420,8 @@
di questi saranno in <filename>/etc</filename>; e avrai bisogno
del comando <command>su</command> per diventare root e poter cosi'
modificarli. Puoi usare il semplice editor <command>ee</command>, ma
- alla lunga risulta piu' utile imparare <command>vi</command>.
- C'e' un eccellente tutorial su vi in
+ alla lunga risulta pi&ugrave; utile imparare <command>vi</command>.
+ C'&eacute; un eccellente tutorial su vi in
<filename>/usr/src/contrib/nvi/docs/tutorial</filename> se lo hai
installato; altrimenti puoi scaricarlo via FTP da
<hostid>ftp.cdrom.com</hostid> nella directory
@@ -445,7 +447,7 @@
&prompt.root; <userinput>cp rc.conf.orig rc.conf</userinput></screen>
</informalexample>
-<para>perche' il comando <command>mv</command> mantiene
+<para>perch&eacute; il comando <command>mv</command> mantiene
la data e il propietario originali del file. Puoi ora editare
<filename>rc.conf</filename>. Se vuoi tornare all'originale,
potresti fare <userinput>mv rc.conf rc.conf.myedit</userinput>
@@ -555,7 +557,7 @@
<listitem>
<para>per andare alla linea <replaceable>n</replaceable> nel
- file, dove <replaceable>n</replaceable> e' un
+ file, dove <replaceable>n</replaceable> &eacute; un
numero</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -583,12 +585,12 @@
creando un nuovo file digitando <command>vi
<replaceable>filename</replaceable></command> e aggiungendo
e cancellando del testo, salvando il file, e riaprendolo di nuovo.
- <command>vi</command> e' pieno di sorprese perche' e' abbastanza
- complesso, e ti capitera' di digitare un comando che fara'
+ <command>vi</command> &eacute; pieno di sorprese perch&eacute; &eacute; abbastanza
+ complesso, e ti capiter&agrave; di digitare un comando che far&agrave;
di sicuro qualcosa che non ti aspetti. (Alcune persone
- preferiscono <command>vi</command>&mdash;e' piu' potente di
+ preferiscono <command>vi</command>&mdash;&eacute; pi&ugrave; potente di
DOS EDIT&mdash;scopri il comando <command>:r</command>)
- Usa <keycap>Esc</keycap> una o piu' volte per essere sucuro di
+ Usa <keycap>Esc</keycap> una o pi&ugrave; volte per essere sucuro di
essere in command mode e continua da li' quando hai dei problemi,
salva spesso con <command>:w</command>, e usa
<command>:q!</command> per uscire e ricominciare (dal tuo ultimo
@@ -597,7 +599,7 @@
<para>Ora puoi usare <command>cd</command> per andare in
<filename>/etc</filename>, <command>su</command> per diventare root, usare
<command>vi</command> per editare il file
- <filename>/etc/group</filename>, e aggiungere un utente a wheel cosicche'
+ <filename>/etc/group</filename>, e aggiungere un utente a wheel cosicch&eacute;
possa avere privilegi di root. Aggiungi solo una virgola e il nome di login
dell'utente alla fine della prima riga del file, premi
<keycap>Esc</keycap>, e usa <command>:wq</command> per salvare
@@ -608,7 +610,7 @@
<sect1>
<title>Stampare dei files da DOS</title>
-<para>A questo punto la tua stampante no funzionera' ancora sotto FreeBSD,
+<para>A questo punto la tua stampante no funzioner&agrave; ancora sotto FreeBSD,
ecco quindi un sistema per stampare le manpages, metterle su un
floppy, e quindi stamparle da DOS. Supponiamo tu voglia leggere
attentamente a proposito dei permessi sui files (abbastanza
@@ -619,7 +621,7 @@
<screen>&prompt.user; <userinput>man chmod | col -b &gt; chmod.txt</></screen>
</informalexample>
-<para>togliera' gli elementi di formattazione e mandera il tutto al file
+<para>toglier&agrave; gli elementi di formattazione e mandera il tutto al file
<filename>chmod.txt</filename> al posto di mostrare il contenuto
sullo schermo. Ora metti un dischetto formattato DOS nel lettore,
digita <command>su</command> per diventare root, e digita</para>
@@ -631,7 +633,7 @@
<para>per montare il floppy su
<filename>/mnt</filename>.</para>
-<para>Ora (non hai piu' bisogno di essere root, e puoi digitare
+<para>Ora (non hai pi&ugrave; bisogno di essere root, e puoi digitare
<command>exit</command> per tornare ad essere l'utente jack) puoi
andare nella directory in cui hai creato
<filename>chmod.txt</filename> e copiare il file sul floppy digitando:</para>
@@ -652,12 +654,12 @@
</informalexample>
<para>e copiando <filename>dmesg.txt</filename> sul floppy.
- <command>/sbin/dmesg</command> e' il record di boot, ed e'
- importante comprenderlo perche' ti mostra cosa FreeBSD ha trovato
+ <command>/sbin/dmesg</command> &eacute; il record di boot, ed &eacute;
+ importante comprenderlo perch&eacute; ti mostra cosa FreeBSD ha trovato
alla partenza. Se poni delle domande su
<email>freebsd-questions@FreeBSD.org</email> o su un gruppo USENET&mdash;
come <quote>FreeBSD non trova il mio drive per i nastri,
- che cosa faccio?</quote>&mdash;la gente vorra' sapere cosa mostra il tuo
+ che cosa faccio?</quote>&mdash;la gente vorr&agrave; sapere cosa mostra il tuo
<command>dmesg</command>.</para>
<para>Ora puoi smontare il floppy (da root) per poter togliere
@@ -673,22 +675,22 @@
il file debba essere salvato, e stampa come faresti da DOS o
Windows. Speriamo che funzioni! Le manpages vengono meglio se
stampate con il comando DOS <command>print</command>. (Copiare i files
- da FreeBSD a una partizione DOS montata e' ancora in alcuni casi
+ da FreeBSD a una partizione DOS montata &eacute; ancora in alcuni casi
rischiosa.)</para>
<para>Far funzionare la stampante sotto FreeBSD consiste nel creare
un opportuno record in<filename>/etc/printcap</filename> e
creare una directory di spool corrispondente in
- <filename>/var/spool/output</filename>. Se la tua stampante e' su
- <hardware>lpt0</hardware> (cio' che DOS chiama
+ <filename>/var/spool/output</filename>. Se la tua stampante &eacute; su
+ <hardware>lpt0</hardware> (ci&ograve; che DOS chiama
<hardware>LPT1</hardware>), devi solo andare in
<filename>/var/spool/output</filename> e (da root) creare la
directory <filename>lpd</filename> digitando: <command>mkdir
- lpd</command>, se non e' gia' presente. A quel punto la stampante
+ lpd</command>, se non &eacute; gi&agrave; presente. A quel punto la stampante
dovrebbe rispondere quando il sistema parte, e
<command>lp</command> o <command>lpr</command> dovrebbero mandare un
- file alla stampante. Che il file venga stampato o meno e' solo questione
- di configurazione, che e' viene discussa nel <ulink
+ file alla stampante. Che il file venga stampato o meno &eacute; solo questione
+ di configurazione, che viene discussa nel <ulink
URL="../../books/handbook/handbook.html">FreeBSD
handbook.</ulink></para>
</sect1>
@@ -709,7 +711,7 @@
<term><command>ps aux</command></term>
<listitem>
-<para>ti mostra i processi in esecuzione. <command>ps ax</command> e'
+<para>ti mostra i processi in esecuzione. <command>ps ax</command> &eacute;
una forma contratta.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -772,11 +774,11 @@
<parameter>"<replaceable>filename</replaceable>"</parameter>
(che vorebbe essere tra virgolette). Se dici a
<command>find</command> di cercare in <filename>/</filename>
- anziche' <filename>/usr</filename> cerchera' i/il
+ anzich&eacute; <filename>/usr</filename> cercher&agrave; i/il
file(s) su tutti i file system montati, inclusi i CDROM e le partizioni DOS.</para>
<para>Un libro eccellente che tratta i comandi e le utility di Unix
- e' Abrahams &amp; Larson, <citetitle>Unix for the
+ &eacute; Abrahams &amp; Larson, <citetitle>Unix for the
Impatient</citetitle> (2nd ed., Addison-Wesley, 1996).
Ci sono anche un sacco di informazioni su Unix su internet. Prova
<ulink URL="http://www.geek-girl.com/unix.html">Unix Reference
@@ -788,19 +790,19 @@
<para>Dovresti ora avere gli strumenti necessari per girare nel sistema ed
editare i files, cosi' da poter rendere tutto funzionante. Ci sono
- un sacco di informazioni nel FreeBSD handbook (che e'
+ un sacco di informazioni nel FreeBSD handbook (che &eacute;
probabilmente sul tuo hard disk) e sul <ulink
URL="http://www.FreeBSD.org/">sito web di FreeBSD</ulink>. Una
grande scelta di packages (pacchetti) e ports sono sul CDROM come
sul sito internet. L'handbook ti spiega come usarli
(Prendi il package se esiste, con <command>pkg_add
/cdrom/packages/All/<replaceable>packagename</replaceable></command>,
- dove <replaceable>packagename</replaceable> e' il nome del file del
+ dove <replaceable>packagename</replaceable> &eacute; il nome del file del
package). Il CDROM ha una lista dei packages e dei ports
con delle piccole descrizioni in
<filename>cdrom/packages/index</filename>,
<filename>cdrom/packages/index.txt</filename>, e
- <filename>cdrom/ports/index</filename>, descrizioni piu' ampie
+ <filename>cdrom/ports/index</filename>, descrizioni pi&ugrave; ampie
in <filename>/cdrom/ports/*/*/pkg/DESCR</filename>, dove
<literal>*</literal> rappresenta sottodirectory di tipi di
programmi e nomi di programmi rispettivamente.</para>
@@ -810,9 +812,9 @@
CDROM, ecco come funziona normalmente:</para>
<para>Trova il port che vuoi, diciamo <command>kermit</command>.
- Ci sara' una directory per quello sul CDROM. Copia la
+ Ci sar&agrave; una directory per quello sul CDROM. Copia la
sottodirectory in <filename>/usr/local</filename> (un buon posto
- perche' il software che aggiungi sia disponibile a tutti gli utenti)
+ perch&eacute; il software che aggiungi sia disponibile a tutti gli utenti)
con:</para>
<informalexample>
@@ -829,9 +831,9 @@
usando <command>mkdir</command>. Poi controlla
<filename>/cdrom/ports/distfiles</filename> cercando un file
con il nome che indica che si tratta del port esatto. Copia quel file in
- <filename>/usr/ports/distfiles</filename>; nelle versioni piu' recenti
- puoi saltare questo passo, perche' FreeBSD lo fara' per te. Nel
- caso di <command>kermit</command>, non c'e' nessun distfile.</para>
+ <filename>/usr/ports/distfiles</filename>; nelle versioni pi&ugrave; recenti
+ puoi saltare questo passo, perch&eacute; FreeBSD lo far&agrave; per te. Nel
+ caso di <command>kermit</command>, non c'&eacute; nessun distfile.</para>
<para>Quindi entra con <command>cd</command> nella sottodirectory di
<filename>/usr/local/kermit</filename> che contiene il file
@@ -844,7 +846,7 @@
<para>Durante questo processo il port usera FTP per scaricare
i file non compressi che no ha trovato sul CDROM o in
<filename>/usr/ports/distfiles</filename>. Se la tua connessione
- non funziona ancora e non c'e' nessun file per il port in
+ non funziona ancora e non c'&eacute; nessun file per il port in
<filename>/cdrom/ports/distfiles</filename>, dovrai
recuperare il distfile usando un'altra macchina e poi copiarlo in
<filename>/usr/ports/distfiles</filename> da un dischetto o dalla
@@ -852,16 +854,16 @@
<command>cat</command> o <command>more</command> oppure
<command>view</command>) per scoprire dove andare (il sito prncipale
di distribuzione) per trovare il file e conoscere il suo nome. Il suo
- verra' troncato quando scaricato da DOS, e dopo averlo trasferito
+ verr&agrave; troncato quando scaricato da DOS, e dopo averlo trasferito
in <filename>/usr/ports/distfiles</filename> dovrai
rinominarlo (usando il comando <command>mv</command>) nel suo
- nome originale cosicche' possa essere trovato. (Usa il trasferimento di file binario!)
+ nome originale cosicch&eacute; possa essere trovato. (Usa il trasferimento di file binario!)
quindi torna in <filename>/usr/local/kermit</filename>, trova la
directory contenente <filename>Makefile</filename>, e digita
<command>make all install</command>.</para>
<para>Un'altra cosa che succede quando si installa un port o un
- package e' che questi abbiano bisogno di un altro programma. Se
+ package &eacute; che questi abbiano bisogno di un altro programma. Se
l'installazione si ferma con un messaggio <errorname>can't find
unzip</errorname> o simile, potresti dover installare il
package o il port di unzip prima di proseguire.</para>
@@ -881,14 +883,14 @@
<para>Potresti volere la versione piu recente di Netscape
dal loro <ulink URL="ftp://ftp.netscape.com">sito FTP</ulink>.
- (Netscape necessita dell'X Window System.) Ora c'e' una versione
- per FreeBSD, quindi da' un'occhiata in giro. Usa solo <command>gunzip
+ (Netscape necessita dell'X Window System.) Ora c'&eacute; una versione
+ per FreeBSD, quindi d&agrave; un'occhiata in giro. Usa solo <command>gunzip
<replaceable>filename</replaceable></command> e <command>tar
xvf <replaceable>filename</replaceable></command> sul file, sposta
il binario in <filename>/usr/local/bin</filename> o qualche altro
posto in cui vengono tenuti i binari, <command>rehash</command>, e quindi
aggiungi le seguenti linee a <filename>.cshrc</filename> in ogni
- home directory degli utenti oppure (piu' semplicemente) in
+ home directory degli utenti oppure (pi&ugrave; semplicemente) in
<filename>/etc/csh.cshrc</filename>, il file di configurazione globale di
<command>csh</command>:</para>
@@ -904,7 +906,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Se hai originariamente installato Netscape dal CDROM (o via
FTP), non rimpiazzare <filename>/usr/local/bin/netscape</filename>
- con il nuovo binario di netscape; questo e' solo uno script di shell
+ con il nuovo binario di netscape; questo &eacute; solo uno script di shell
che setta le variabili di ambiente per te. Invece rinomina
il nuovo binario in <filename>netscape.bin</filename> e rimpiazza il
vecchio binario, che sarebbe
@@ -914,9 +916,9 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<sect1>
<title>Il tuo ambiente di lavoro</title>
-<para>La tua shell e' la parte piu' importante del tuo ambiente di
- lavoro. In DOS, la shell e' normalmente command.com. La shell
- e' cio' che interpreta i comandi che tu digiti sulla linea di comando,
+<para>La tua shell &eacute; la parte pi&ugrave; importante del tuo ambiente di
+ lavoro. In DOS, la shell &eacute; normalmente command.com. La shell
+ &eacute; ci&ograve; che interpreta i comandi che tu digiti sulla linea di comando,
e quindi comunica con il resto del sistema operativo.
Puoi anche scrivere script di shell, che sono come i file batch di
DOS: una serie di comandi che devono essere eseguiti senza il tuo
@@ -924,19 +926,19 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Due shell vengono normalmente installate con FreeBSD:
<command>csh</command> e <command>sh</command>.
- <command>csh</command> e' buona per lavoro da linea di comando, ma
+ <command>csh</command> &eacute; buona per lavoro da linea di comando, ma
gli scripts dovrebbero essere scritti usando <command>sh</command> (o
<command>bash</command>). Puoi scoprire che shell hai
digitando <command>echo $SHELL</command>.</para>
-<para><command>csh</command> e' una buona shell, ma
- <command>tcsh</command> fa tutto cio' che <command>csh</command>
+<para><command>csh</command> &eacute; una buona shell, ma
+ <command>tcsh</command> fa tutto ci&ograve; che <command>csh</command>
fa e anche altro. Ti permette di richiamare i comandi usando
le frecce e ti permette di editarli. Ha l'auto-completamento dei nomi di file con tab
(<command>csh</command> usa <keycap>Esc</keycap>), e
ti permette di tornare alla directory in cui eri digitando
- <command>cd -</command>. E' anche piu semplice alterare il tuo
- prompt con <command>tcsh</command>. Ti rende la vita piu'
+ <command>cd -</command>. &eacute; anche piu semplice alterare il tuo
+ prompt con <command>tcsh</command>. Ti rende la vita pi&ugrave;
facile.</para>
<para>Ecco tre semplici passi per installare una nuova shell:</para>
@@ -966,14 +968,14 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
</procedure>
<note>
-<para>Puo' essere pericoloso cambiare la shell di root in qualcosa di
+<para>Pu&ograve; essere pericoloso cambiare la shell di root in qualcosa di
diverso da <command>sh</command> o <command>csh</command> su
- versioni piu' recenti di FreeBSD e di Unix; potresti
- non avere una shell funzionante se il sistema entra in modalita'
- a utente singolo. La soluzione e' usare <command>su
+ versioni pi&ugrave; recenti di FreeBSD e di Unix; potresti
+ non avere una shell funzionante se il sistema entra in modalit&agrave;
+ a utente singolo. La soluzione &eacute; usare <command>su
-m</command> per diventare root, che ti darebbe
- <command>tcsh</command> come shell di root, poiche' la shell e' parte
- del tuo ambiente. Puoi rendere tutto cio' permanente aggiungendo al
+ <command>tcsh</command> come shell di root, poich&eacute; la shell &eacute; parte
+ del tuo ambiente. Puoi rendere tutto ci&ograve; permanente aggiungendo al
tuo <filename>.tcshrc</filename> un alias con
<programlisting>alias su su -m.</programlisting></para>
</note>
@@ -981,7 +983,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Quando <command>tcsh</command> parte legge i files
<filename>/etc/csh.cshrc</filename> e
<filename>/etc/csh.login</filename>, come farebbe
- <command>csh</command>. Leggera' anche il file
+ <command>csh</command>. Legger&agrave; anche il file
<filename>.login</filename> nella tua home directory ed anche
<filename>.cshrc</filename>, a meno che tu non abbia un file
<filename>.tcshrc</filename>. Puoi farlo copiando
@@ -991,7 +993,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Ora che hai installato <command>tcsh</command>, puoi sistemare
il tuo prompt. Puoi trovare i dettagli nella manpage di
<command>tcsh</command>, ma ecco qui una linea da mettere ne tuo
- <filename>.tcshrc</filename> che ti dira' quanti comandi hai digitato,
+ <filename>.tcshrc</filename> che ti dir&agrave; quanti comandi hai digitato,
che ore sono, e in che directory
ti trovi. Produce anche un <literal>></literal> se sei un
utente normale e un <literal>#</literal> se sei root, ma
@@ -1000,7 +1002,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>set prompt = "%h %t %~ %# "</para>
<para>Questa dovrebbe andare nella stessa posizione della linea di
- prompt corrente se ce n'e' una, o sotto "if($?prompt) then" se non.
+ prompt corrente se ce n'&eacute; una, o sotto "if($?prompt) then" se non.
Commenta la linea vecchia; puoi tornare a quella vecchia se la
preferisci. Non dimenticare gli spazi e le virgolette. Puoi far rileggere
<filename>.tcshrc</filename> digitando
@@ -1008,10 +1010,10 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Puoi avere una lista delle variabili di sistema che sono state
settate digitando <command>env</command> al prompt.
- Il risultato ti mostrera' il tuo editor di default, il pager, e il
+ Il risultato ti mostrer&agrave; il tuo editor di default, il pager, e il
tipo di terminale, tra le altre possibili variabili. Un comando
utile se ti connetti al sistema da un'altra parte e non riesci ad eseguire
- programmi perche' il terminale non ne e' capace e' <command>setenv TERM
+ programmi perch&eacute; il terminale non ne &eacute; capace &eacute; <command>setenv TERM
vt100</command>.</para>
</sect1>
@@ -1022,29 +1024,29 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<command>/sbin/umount /cdrom</command>, toglilo dal
drive, inseriscine un altro, e montalo con
<command>/sbin/mount_cd9660 /dev/cd0a /cdrom</command> assumendo che
- <hardware>cd0a</hardware> e' il nome di device del tuo lettore
+ <hardware>cd0a</hardware> &eacute; il nome di device del tuo lettore
CDROM. La versione piu recente di FreeBSD ti permette di montare il
CDROM con solo <command>/sbin/mount /cdrom</command>.</para>
-<para>Usare il live filesystem&mdash;il secondo cd del set di FreeBSD&mdash;e'
- utile se hai poco spazio a disposizione. Cio' che si trova
+<para>Usare il live filesystem&mdash;il secondo cd del set di FreeBSD&mdash;&eacute;
+ utile se hai poco spazio a disposizione. Ci&ograve; che si trova
sul live file system dipende da release a release. Potresti
provare a giocare a dei giochi dal CDROM. Questo comprende l'uso di
<command>lndir</command>, che viene installato con l'X Window
System, per dire ai programmi dove trovare i files necessari
- , poiche' questi si trovano nel file system <filename>/cdrom</filename>
- anziche' <filename>/usr</filename> e le sue
+ , poich&eacute; questi si trovano nel file system <filename>/cdrom</filename>
+ anzich&eacute; <filename>/usr</filename> e le sue
sottodirectory, che sarebbe dove dovrebbero essere. Leggi
- <command>man lndir</command>per avere piu' informazioni.</para>
+ <command>man lndir</command>per avere pi&ugrave; informazioni.</para>
</sect1>
<sect1>
<title>I commenti sono benvenuti</title>
<para>Se usi questa guida, sarei interessato/a (l'autrice originale ed
- il traduttore) a sapere se questa e' chiara o
- e cio' che e' stato tralasciato che vorresti fosse incluso,
- e sapere se tutto cio' e' stato utile. I miei ringraziamenti a Eugene W. Stark,
+ il traduttore) a sapere se questa &eacute; chiara o
+ e ci&ograve; che &eacute; stato tralasciato che vorresti fosse incluso,
+ e sapere se tutto ci&ograve; &eacute; stato utile. I miei ringraziamenti a Eugene W. Stark,
professore di informatica a SUNY-Stony Brook, e John
Fieber per i suoi utili commenti.</para>
@@ -1053,7 +1055,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<para>Per questioni legate alla traduzione, o se avete commenti da poter esprimere
solo in italiano, non esitate a contattarmi. Come per l'autrice originale,
- ogni genere di commenti e' ben accetto.</para>
+ ogni genere di commenti &eacute; ben accetto.</para>
<para>Stucchi Massimiliano,
<email>willythemax@yahoo.it</email></para>