aboutsummaryrefslogtreecommitdiff
path: root/it_IT.ISO8859-15/articles
diff options
context:
space:
mode:
authorMarc Fonvieille <blackend@FreeBSD.org>2003-12-13 08:58:23 +0000
committerMarc Fonvieille <blackend@FreeBSD.org>2003-12-13 08:58:23 +0000
commite6411753c5665c393396307c62c5745956704eb0 (patch)
treecd5488a8be9d57269c2d4898ffa54b812f4d336b /it_IT.ISO8859-15/articles
parenta5960039877edb6273e9c6455bdd6e510fe288a6 (diff)
downloaddoc-e6411753c5665c393396307c62c5745956704eb0.tar.gz
doc-e6411753c5665c393396307c62c5745956704eb0.zip
Update Italian documenation tree.
PR: docs/60167 Submitted by: Alex Dupre <sysadmin@alexdupre.com>
Notes
Notes: svn path=/head/; revision=19167
Diffstat (limited to 'it_IT.ISO8859-15/articles')
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/committers-guide/article.sgml109
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/euro/article.sgml9
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/explaining-bsd/article.sgml61
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/filtering-bridges/article.sgml13
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/multi-os/article.sgml135
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml45
-rw-r--r--it_IT.ISO8859-15/articles/vm-design/article.sgml22
7 files changed, 272 insertions, 122 deletions
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/committers-guide/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/committers-guide/article.sgml
index 113c183974..da0f93177b 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/committers-guide/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/committers-guide/article.sgml
@@ -2,7 +2,7 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.167
+ Original revision: 1.174
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
@@ -17,6 +17,9 @@
<!ENTITY % teams PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Team Entities//EN">
%teams;
+
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % mailing-lists PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Mailing List Entities//IT">
%mailing-lists;
@@ -51,6 +54,14 @@
<holder>The FreeBSD Italian Documentation Project</holder>
</copyright>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.ibm;
+ &tm-attrib.intel;
+ &tm-attrib.sparc;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Questo documento fornisce informazioni per la comunit&agrave; dei
committer di FreeBSD. Tutti i nuovi committer dovrebbero leggere
@@ -84,7 +95,8 @@
<entry><emphasis>CVSROOT Principale</emphasis></entry>
<entry><hostid
- role="fqdn">ncvs.FreeBSD.org</hostid><literal>:</literal><filename>/home/ncvs</filename></entry>
+ role="fqdn">ncvs.FreeBSD.org</hostid><literal>:</literal><filename>/home/ncvs</filename>
+ (guarda anche la <xref linkend="cvs.operations">).</entry>
</row>
<row>
@@ -220,10 +232,82 @@
<command>cvs tag</command>, invia un messaggio ai &a.cvs; (o chiama uno di
loro) ed esponi il problema ad uno di loro. Gli unici che hanno il
permesso di manipolare direttamente i bit del repository sono i
- <quote>repomeister</quote>. Non ci sono shell di login disponibili su
- <hostid role="fqdn">ncvs.FreeBSD.org</hostid>, tranne che per i
+ <quote>repomeister</quote>. Per questo non ci sono shell di login
+ disponibili sulle macchine del repository, tranne che per i
repomeister.</para>
+ <para>L'albero CVS &egrave; attualmente diviso in quattro repository
+ differenti, ovvero <literal>doc</literal>, <literal>ports</literal>,
+ <literal>projects</literal> e <literal>src</literal>. Questi vengono
+ ricomposti sotto un unico <literal>CVSROOT</literal> quando vengono
+ distribuiti tramite <application>CVSup</application> per la convenienza
+ dei nostri utenti.</para>
+
+ <note>
+ <para>Nota che il modulo <literal>www</literal> che contiene i sorgenti
+ del <ulink url="http://www.FreeBSD.org">sito web di FreeBSD</ulink>
+ &egrave; contenuto all'interno del repository
+ <literal>doc</literal>.</para>
+ </note>
+
+ <para>I repository CVS sono ospitati sulle macchine repository.
+ Attualmente, ognuno dei repository elencati qui sopra risiede sulla stessa
+ macchina fisica, <hostid role="hostname">ncvs.FreeBSD.org</hostid>, ma
+ per permettere la possibilit&agrave; di averne ognuno su una macchina
+ diversa in futuro, ci sono diversi nomi di host che i committer
+ dovrebbero utilizzare. Inoltre, ogni repository risiede in una
+ directory differente. La seguente tabella racchiude la situazione.</para>
+
+ <table frame="none" id="cvs-repositories-and-hosts">
+ <title>Repository CVS, Host e Directory di &os;</title>
+
+ <tgroup cols="3">
+ <thead>
+ <row>
+ <entry>Repository</entry>
+
+ <entry>Host</entry>
+
+ <entry>Directory</entry>
+ </row>
+ </thead>
+
+ <tbody>
+ <row>
+ <entry>doc</entry>
+
+ <entry>dcvs.FreeBSD.org</entry>
+
+ <entry>/home/dcvs</entry>
+ </row>
+
+ <row>
+ <entry>ports</entry>
+
+ <entry>pcvs.FreeBSD.org</entry>
+
+ <entry>/home/pcvs</entry>
+ </row>
+
+ <row>
+ <entry>projects</entry>
+
+ <entry>projcvs.FreeBSD.org</entry>
+
+ <entry>/home/projcvs</entry>
+ </row>
+
+ <row>
+ <entry>src</entry>
+
+ <entry>ncvs.FreeBSD.org</entry>
+
+ <entry>/home/ncvs</entry>
+ </row>
+ </tbody>
+ </tgroup>
+ </table>
+
<para>Le operazioni sul CVS sono fatte da remoto impostando la variabile di
ambiente <envar>CVSROOT</envar> a <hostid
role="fqdn">ncvs.FreeBSD.org</hostid><literal>:</literal><filename>/home/ncvs</filename>
@@ -248,15 +332,8 @@
come diamo accesso al <hostid>cvsup-master</hostid> se hai veramente
bisogno di essere aggiornato alle ultime modifiche.
Il <hostid>cvsup-master</hostid> ha la potenza necessaria a gestire
- questa cosa, il repository principale no. &a.jdp; &egrave; a capo del
- <hostid>cvsup-master</hostid>.</para>
-
- <para>Molti committer definiscono l'alias <command>fcvs</command> che
- si traduce in <quote><command>cvs -d
- xxx@ncvs.FreeBSD.org:/home/ncvs</command></quote> per questo scopo.
- In questo modo svolgono tutte le operazioni di CVS localmente ed usano
- <command>fcvs commit</command> per effettuare il commit sull'albero CVS
- ufficiale.</para>
+ questa cosa, il repository principale no. &a.kuriyama; &egrave; a capo
+ del <hostid>cvsup-master</hostid>.</para>
</note>
<para>Se devi usare le operazioni <command>add</command> e
@@ -1281,7 +1358,7 @@ docs:Bug di Documentazione:freebsd-doc:</programlisting>
<listitem>
<para>Jake e Thomas sono i maintainer del port sull'architettura
- sparc64.</para>
+ &sparc64;.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -1352,7 +1429,7 @@ docs:Bug di Documentazione:freebsd-doc:</programlisting>
<listitem>
<para>Questi sono i principali sviluppatori e supervisori della
- piattaforma Intel IA-64, ufficialmente conosciuta come l'Itanium
+ piattaforma Intel IA-64, ufficialmente conosciuta come l'&itanium;
Processor Family (IPF).</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -1389,7 +1466,7 @@ docs:Bug di Documentazione:freebsd-doc:</programlisting>
<listitem>
<para>Benno &egrave; il maintainer ufficiale del port per
- PowerPC.</para>
+ &powerpc;.</para>
</listitem>
</varlistentry>
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/euro/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/euro/article.sgml
index 64033959d2..2175ae56bc 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/euro/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/euro/article.sgml
@@ -2,12 +2,14 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.7
+ Original revision: 1.8
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
<!ENTITY % man PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Manual Page Entities//EN">
%man;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % translators PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Translator Entities//IT">
%translators;
]>
@@ -39,6 +41,11 @@
<pubdate role="rcs">$FreeBSD$</pubdate>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Questo documento cercher&agrave; di aiutarvi ad usare il nuovo
simbolo dell'<keycap>Euro</keycap> presente sulla vostra nuova tastiera
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/explaining-bsd/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/explaining-bsd/article.sgml
index 715cbe6e59..84f646b98e 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/explaining-bsd/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/explaining-bsd/article.sgml
@@ -2,7 +2,7 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.8
+ Original revision: 1.9
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
@@ -10,6 +10,8 @@
%man;
<!ENTITY % freebsd PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Miscellaneous FreeBSD Entities//EN">
%freebsd;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % translators PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Translator Entities//IT">
%translators;
]>
@@ -28,6 +30,16 @@
</affiliation>
</author>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.apple;
+ &tm-attrib.linux;
+ &tm-attrib.opengroup;
+ &tm-attrib.sun;
+ &tm-attrib.xfree86;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Nel mondo open source, la parola <quote>Linux</quote> &egrave; quasi
sinonimo di <quote>Sistema Operativo</quote>, ma non si tratta del solo
@@ -35,7 +47,7 @@
l'<ulink url="http://www.leb.net/hzo/ioscount/data/r.9904.txt">Internet
Operating System Counter</ulink>, ad Aprile del 1999 il 31.3% delle
macchine connesse in rete ha in esecuzione Linux.
- Il 14.6% fa girare BSD UNIX.
+ Il 14.6% fa girare BSD &unix;.
Alcuni dei pi&ugrave; grandi operatori del web, come <ulink
url="http://www.yahoo.com/">Yahoo!</ulink>, usano BSD. Il server
FTP pi&ugrave; affollato del mondo, <ulink
@@ -98,7 +110,7 @@
<para>L'X Window System usato nella maggior parte delle versioni di
BSD viene mantenuto come un progetto separato, il
- <ulink url="http://www.XFree86.org/">progetto XFree86</ulink>.
+ <ulink url="http://www.XFree86.org/">progetto &xfree86;</ulink>.
Questo &egrave; lo stesso codice usato da Linux. BSD in genere non
specifica un <quote>desktop grafico</quote> come GNOME o KDE,
anche se questi sono disponibili.</para>
@@ -111,18 +123,18 @@
</sect1>
<sect1>
- <title>Cosa, un vero UNIX?</title>
+ <title>Cosa, un vero &unix;?</title>
<para>I sistemi operativi BSD non sono cloni, ma derivati open source
- del sistema operativo UNIX dell'AT&amp;T Research, che &egrave; anche
- l'antenato del moderno UNIX System V. Questo potrebbe sorprendere. Come
- &egrave; potuto accadere questo, se la AT&amp;T non ha mai rilasciato il
- suo codice come open source?</para>
+ del sistema operativo &unix; dell'AT&amp;T Research, che &egrave; anche
+ l'antenato del moderno &unix; System V. Questo potrebbe sorprendere.
+ Come &egrave; potuto accadere questo, se la AT&amp;T non ha mai rilasciato
+ il suo codice come open source?</para>
- <para>&Egrave; vero che lo UNIX AT&amp;T non &egrave; open source, e nel
+ <para>&Egrave; vero che lo &unix; AT&amp;T non &egrave; open source, e nel
senso del copyright BSD in definitiva <emphasis>non &egrave;</emphasis>
- UNIX, ma d'altro canto l'AT&amp;T ha importato sorgenti da altri progetti,
- in maniera rilevante dal Computer Sciences Research Group
+ &unix;, ma d'altro canto l'AT&amp;T ha importato sorgenti da altri
+ progetti, in maniera rilevante dal Computer Sciences Research Group
dell'Universit&agrave; della California a Berkeley, CA. Iniziato nel
1976, il CSRG ha iniziato a rilasciare nastri con il loro software,
chiamandolo <emphasis>Berkeley Software Distribution</emphasis> o
@@ -139,11 +151,11 @@
estesa fu parte di 4.2BSD, nel 1982.</para>
<para>Nel corso degli '80, sorsero un certo numero di compagnie
- che producevano workstation. Molti preferirono usare UNIX su licenza
+ che producevano workstation. Molti preferirono usare &unix; su licenza
piuttosto che sviluppare da soli un nuovo sistema operativo.
- In particolare, la Sun Microsystems rilicenzi&ograve; UNIX ed
+ In particolare, la Sun Microsystems rilicenzi&ograve; &unix; ed
implement&ograve; una versione commerciale di 4.2BSD, che chiam&ograve;
- SunOS. Quando alla AT&amp;T stessa fu permesso di vendere UNIX
+ SunOS. Quando alla AT&amp;T stessa fu permesso di vendere &unix;
commercialmente, cominciarono con una implementazione ridotta all'osso
nota come System III, presto seguita da System V.
Il codice fondamentale di System V non comprendeva la parte di rete,
@@ -154,7 +166,7 @@
come le <emphasis>Estensioni Berkeley</emphasis>.</para>
<para>Il nastro BSD conteneva codice AT&amp;T e dunque richiedeva
- una licenza per il sorgente UNIX. Dal 1990, il finanziamento del CSRG
+ una licenza per il sorgente &unix;. Dal 1990, il finanziamento del CSRG
si stava esaurendo, e se ne stava per affrontare la chiusura.
Alcuni membri del gruppo decisero di rilasciare il codice BSD,
che era Open Source, senza il codice proprietario della AT&amp;T.
@@ -223,11 +235,12 @@
recentemente</quote>.</para>
<para>Un dettaglio che venne chiarito dall'azione legale fu il nome:
- negli anni '80, BSD era stato conosciuto come <quote>BSD Unix</quote>.
+ negli anni '80, BSD era stato conosciuto come <quote>BSD
+ &unix;</quote>.
Con l'eliminazione delle ultima vestigia del codice AT&amp;T da BSD,
- si era perso anche il diritto di usare il nome UNIX. Per questo
+ si era perso anche il diritto di usare il nome &unix;. Per questo
noterete riferimenti nei libri al <quote>sistema operativo 4.3BSD
- UNIX</quote> ed al <quote>sistema operativo 4.4BSD</quote>.</para>
+ &unix;</quote> ed al <quote>sistema operativo 4.4BSD</quote>.</para>
</listitem>
<listitem>
@@ -247,7 +260,7 @@
<para>Dunque qual'&egrave; l'effettiva differenza tra, diciamo, Debian
Linux e FreeBSD? Per l'utente medio, la differenza &egrave;
- sorprendentemente piccola: entrambi sono sistemi operativi tipo UNIX.
+ sorprendentemente piccola: entrambi sono sistemi operativi tipo &unix;.
Entrambi vengono sviluppati da progetti non commerciali (questo non si
applica a molte altre distribuzioni di Linux, ovviamente). Nella sezione
seguente, daremo un'occhiata a BSD e lo paragoneremo a Linux.
@@ -466,7 +479,7 @@
</itemizedlist>
<para>Ci sono anche altri due sistemi operativi BSD che non sono open
- source, BSD/OS e il Mac OS X della Apple:</para>
+ source, BSD/OS e il &macos; X della Apple:</para>
<itemizedlist>
<listitem>
@@ -477,15 +490,15 @@
</listitem>
<listitem>
- <para><ulink url="http://www.apple.com/macosx/server/">Mac OS
+ <para><ulink url="http://www.apple.com/macosx/server/">&macos;
X</ulink> &egrave; l'ultima versione del sistema operativo per
- la linea Macintosh della <ulink url="http://www.apple.com/">Apple
- Computer Inc.</ulink>. L'anima BSD Unix di questo sistema
+ la linea &macintosh; della <ulink url="http://www.apple.com/">Apple
+ Computer Inc.</ulink>. L'anima BSD &unix; di questo sistema
operativo, <ulink
url="http://developer.apple.com/darwin/">Darwin</ulink>, &egrave;
disponibile come un sistema operativo open source completamente
funzionante per computer x86 e PPC. Il sistema grafico Aqua/Quartz
- e molti altri aspetti proprietari di Mac OS X rimangono comunque
+ e molti altri aspetti proprietari di &macos; X rimangono comunque
closed source. Numerosi sviluppatori di Darwin sono anche
committer di FreeBSD, e viceversa.</para>
</listitem>
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/filtering-bridges/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/filtering-bridges/article.sgml
index 516a0ee65e..5561fc02b9 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/filtering-bridges/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/filtering-bridges/article.sgml
@@ -2,12 +2,14 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.14
+ Original revision: 1.17
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
<!ENTITY % man PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Manual Page Entities//EN">
%man;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
]>
<article lang="it">
@@ -27,6 +29,13 @@
</authorgroup>
<pubdate>$FreeBSD$</pubdate>
+
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.3com;
+ &tm-attrib.intel;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
<abstract>
<para>Spesso &egrave; utile dividere una rete fisica (come una Ethernet)
@@ -97,7 +106,7 @@
inviare pacchetti Ethernet con qualunque indirizzo, non solo il loro.
Inoltre, per avere un buon rendimento, le schede dovrebbero essere di
tipo PCI bus mastering. Le scelte migliori sono ancora le Intel
- EtherExpress Pro seguite dalle 3Com 3c9xx subito dopo. Per
+ &etherexpress; Pro seguite dalle &tm.3com; 3c9xx subito dopo. Per
comodit&agrave; nella configurazione del firewall pu&ograve; essere
utile avere due schede di marche differenti (che usino drivers
differenti) in modo da distinguere chiaramente quale interfaccia sia
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/multi-os/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/multi-os/article.sgml
index c4f809ee02..21c7ba5400 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/multi-os/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/multi-os/article.sgml
@@ -2,19 +2,22 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.35
+ Original revision: 1.37
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
<!ENTITY % authors PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Author Entities//EN">
%authors;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % translators PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Translator Entities//IT">
%translators;
]>
<article lang="it">
<articleinfo>
- <title>Installazione e Utilizzo di FreeBSD con altri Sistemi Operativi</title>
+ <title>Installazione e Utilizzo di FreeBSD con altri Sistemi
+ Operativi</title>
<authorgroup>
<author>
@@ -30,10 +33,19 @@
<pubdate>6 Agosto 1996</pubdate>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.ibm;
+ &tm-attrib.linux;
+ &tm-attrib.microsoft;
+ &tm-attrib.powerquest;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Questo documento spiega come far coesistere felicemente
- FreeBSD con altri sistemi operativi come Linux, MS-DOS,
- OS/2, e Windows 95.
+ FreeBSD con altri sistemi operativi come Linux, &ms-dos;,
+ &os2;, e &windows; 95.
Un ringraziamento speciale va a: Annelise Anderson
<email>andrsn@stanford.edu</email>, Randall Hopper
<email>rhh@ct.picker.com</email>, e &a.jkh;.</para>
@@ -61,10 +73,10 @@
se il tuo hard disk &egrave; completamente occupato dal DOS, potresti
usare FIPS (incluso nel CDROM di FreeBSD nella directory
<filename class="directory">\TOOLS</filename> oppure via
- <ulink URL="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/">ftp</ulink>).
+ <ulink url="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/">ftp</ulink>).
Ti permette di ripartizionare il tuo hard disk senza distruggere i
dati gi&agrave; contenuti. C'&egrave; anche un programma commerciale
- chiamato <application>Partition&nbsp;Magic</application>, che ti permette
+ chiamato <application>&partitionmagic;</application>, che ti permette
di ridimensionare e cancellare partizioni senza conseguenze.</para>
</sect1>
@@ -82,28 +94,28 @@
<listitem>
<para>Questo &egrave; il boot manager standard fornito con FreeBSD.
Ha la possibilit&agrave; di far partire qualsiasi cosa, incluso BSD,
- OS/2 (HPFS), Windows 95 (FAT e FAT32), e Linux.
+ &os2; (HPFS), &windows; 95 (FAT e FAT32), e Linux.
Le partizioni vengono scelte con i tasti funzione (F1-F12).</para>
</listitem>
</varlistentry>
<varlistentry>
- <term>Boot Manager di OS/2</term>
+ <term>Boot Manager di &os2;</term>
<listitem>
<para>Questo fa partire FAT, FAT32, HPFS, FFS (FreeBSD), ed EXT2
- (Linux). Le partizioni
- vengono scelte usando i tasti freccia. L'OS/2 Boot Manager &egrave;
+ (Linux). Le partizioni vengono scelte usando i tasti freccia.
+ L'&os2; Boot Manager &egrave;
l'unico ad usare una propria partizione separata, diversamente
dagli altri, che usano il master boot record (MBR). Di conseguenza,
deve essere installato prima del 1024esimo cilindro per evitare
problemi di avvio. Pu&ograve; far partire Linux usando LILO quando
questo &egrave; parte del settore di avvio, non dell'MBR.
Leggi gli <ulink
- URL="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/HOWTO-INDEX.html">HOWTO
- di Linux</ulink> sul World Wide Web per avere pi&ugrave;
+ url="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/HOWTO-INDEX.html">HOWTO
+ di Linux</ulink> sul World Wide Web per avere pi&ugrave;
informazioni su come far partire Linux con il boot manager di
- OS/2.</para>
+ &os2;.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -119,7 +131,7 @@
scegliendo il sistema operativo con i tasti freccia. &Egrave;
incluso nel cd di FreeBSD nella directory
<filename>\TOOLS</filename> oppure via <ulink
- URL="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/">ftp</ulink>.</para>
+ url="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/">ftp</ulink>.</para>
</listitem>
</varlistentry>
@@ -139,7 +151,7 @@
<para>FAT32 &egrave; il rimpiazzo al file system FAT incluso nella Release
Beta SR2 di Microsoft, che dovrebbe essere installata
- con Windows 95 a partire dalla fine del 1996. Converte il
+ con &windows; 95 a partire dalla fine del 1996. Converte il
normale file system FAT e ti permette di usare cluster di
dimensioni pi&ugrave; piccole per hard disk di dimensioni maggiori.
Inoltre FAT32 modifica il settore di avvio tradizionale e la tabella
@@ -152,7 +164,7 @@
<title>Una Installazione Tipica</title>
<para>Diciamo che ho due grandi hard disk EIDE e voglio installarci
- FreeBSD, Linux, e Windows 95.</para>
+ FreeBSD, Linux, e &windows; 95.</para>
<para>Ecco come potrei fare usando questi due hard disk:</para>
@@ -170,16 +182,17 @@
<procedure>
<step>
- <para>Parto dalla partizione MS-DOS o dal dischetto di avvio
- di Windows 95 che contiene l'utility <filename>FDISK.EXE</filename>
+ <para>Parto dalla partizione &ms-dos; o dal dischetto di avvio
+ di &windows; 95 che contiene l'utility <filename>FDISK.EXE</filename>
e creo una piccola partizione primaria da 50&nbsp;MB
- (35-40 per Windows 95, pi&ugrave; un po' di spazio per respirare)
+ (35-40 per &windows; 95, pi&ugrave; un po' di spazio per respirare)
sul primo disco. Creo anche una partizione pi&ugrave; grande sul
- secondo hard disk per le applicazioni di Windows e per i dati.</para>
+ secondo hard disk per le applicazioni di &windows; e per i
+ dati.</para>
</step>
<step>
- <para>Faccio ripartire ed installo Windows 95 (pi&ugrave; facile a
+ <para>Faccio ripartire ed installo &windows; 95 (pi&ugrave; facile a
dirsi che a farsi) sulla partizione <filename>C:</filename>.</para>
</step>
@@ -210,7 +223,7 @@
(circa 270&nbsp;MB) per <filename class="directory">/usr</filename> e
<filename class="directory">/</filename>. Il resto del secondo hard
disk (la grandezza varia a seconda di quanto spazio
- ho lasciato agli applicativi e ai dati per Windows
+ ho lasciato agli applicativi e ai dati per &windows;
quando ho creato la partizione nel primo passo) pu&ograve;
essere usata per <filename class="directory">/usr/src</filename>
e per lo spazio di swap.</para>
@@ -218,7 +231,7 @@
<step>
<para>Se visualizzato con l'utility <command>fdisk</command>
- di Windows 95, l'hard disk dovrebbe risultare in questo modo:
+ di &windows; 95, l'hard disk dovrebbe risultare in questo modo:
<screen>---------------------------------------------------------------------
Display Partition Information
@@ -256,7 +269,7 @@ Press Esc to continue
con il primo hard disk configurato con <quote>NORMAL</quote> nel BIOS.
Se non &egrave; cos&igrave;, dovrai settare la vera geometria
del disco all'avvio (per arrivare a fare ci&ograve;, fai partire
- Windows 95 e consulta Microsoft Diagnostics
+ &windows; 95 e consulta Microsoft Diagnostics
(<filename>MSD.EXE</filename>), o controlla il BIOS) con il
parametro <literal>hd0=1416,16,63</literal> dove <replaceable>
1416</replaceable> &egrave; il numero di cilindri sull'hard disk,
@@ -274,7 +287,7 @@ Press Esc to continue
<step>
<para>Al riavvio, Boot Easy dovrebbe riconoscere le tre partizioni
- avviabili, cio&egrave; quella DOS (ovvero Windows 95), Linux, e
+ avviabili, cio&egrave; quella DOS (ovvero &windows; 95), Linux, e
BSD (FreeBSD).</para>
</step>
</procedure>
@@ -284,32 +297,32 @@ Press Esc to continue
<title>Considerazioni Speciali</title>
<para>Molti sistemi operativi sono molto pignoli su come e dove devono
- essere messi sull'hard disk. Windows 95 deve essere sulla prima
- partizione primaria sul primo hard disk. OS/2 fa eccezione. Pu&ograve;
+ essere messi sull'hard disk. &windows; 95 deve essere sulla prima
+ partizione primaria sul primo hard disk. &os2; fa eccezione. Pu&ograve;
essere installato in una partizione primaria o estesa sul primo o sul
secondo hard disk. Se non sei sicuro, mantieni la parte avviabile di
partizione sotto il 1024esimo cilindro.</para>
- <para>Se installi Windows 95 su un sistema BSD esistente, questo
+ <para>Se installi &windows; 95 su un sistema BSD esistente, questo
<quote>distrugger&agrave;</quote> l'MBR, e dovrai reinstallare il boot
manager precedente. Boot Easy pu&ograve; essere reinstallato usando
l'utility <filename>BOOTINST.EXE</filename> inclusa nella directory
<filename class="directory">\TOOLS</filename> sul cdrom, oppure
- via <ulink URL="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/"> ftp</ulink>.
+ via <ulink url="ftp://ftp.FreeBSD.org/pub/FreeBSD/tools/"> ftp</ulink>.
Puoi anche ricominciare l'installazione e andare all'editor delle
partizioni. Da l&igrave;, marcare la partizione di FreeBSD come
avviabile, scegliere Boot Manager, e quindi digitare W per scrivere le
informazioni nell'MBR. Puoi ora riavviare, e Boot Easy dovrebbe
- riconoscere Windows 95 e DOS.</para>
+ riconoscere &windows; 95 e DOS.</para>
- <para>Ricordati che OS/2 pu&ograve; leggere partizioni FAT e HPFS, ma non
- FFS (FreeBSD) o EXT2 (Linux). Diversamente Windows 95 pu&ograve; leggere
- e scrivere solo su FAT o FAT32 (guarda la <xref linkend="ch2">).
+ <para>Ricordati che &os2; pu&ograve; leggere partizioni FAT e HPFS, ma non
+ FFS (FreeBSD) o EXT2 (Linux). Diversamente &windows; 95 pu&ograve;
+ leggere e scrivere solo su FAT o FAT32 (guarda la <xref linkend="ch2">).
FreeBSD pu&ograve; leggere gran parte degli altri file system, ma al
momento non pu&ograve; leggere partizioni HPFS. Linux pu&ograve; leggere
partizioni HPFS, ma non pu&ograve; scrivervi. Versioni recenti del kernel
- di Linux (2.x) possono leggere e scrivere su partizioni di Windows 95 di
- tipo VFAT (VFAT &egrave; ci&ograve; che permette a Windows 95 di avere
+ di Linux (2.x) possono leggere e scrivere su partizioni di &windows; 95 di
+ tipo VFAT (VFAT &egrave; ci&ograve; che permette a &windows; 95 di avere
i nomi di file lunghi - &egrave; molto simile alla FAT).
Linux pu&ograve; leggere e scrivere sulla maggior parte dei file system.
Capito? Lo spero...</para>
@@ -321,16 +334,16 @@ Press Esc to continue
<para><emphasis>(La sezione ha bisogno di lavoro, per favore spedisci
il tuo esempio a <email>jayrich@sysc.com</email>)</emphasis>.</para>
- <para>FreeBSD+Win95: Se hai installato FreeBSD dopo Windows 95, dovresti
- vedere <literal>DOS</literal> nel menu di Boot Easy. Questo &egrave;
- Windows 95. Se hai installato Windows 95 dopo FreeBSD, leggi la
- <xref linkend="ch4"> sopra.
+ <para>FreeBSD + &windows; 95: Se hai installato FreeBSD dopo &windows; 95,
+ dovresti vedere <literal>DOS</literal> nel menu di Boot Easy. Questo
+ &egrave; &windows; 95. Se hai installato &windows; 95 dopo FreeBSD, leggi
+ la <xref linkend="ch4"> sopra.
Fin quando il tuo hard disk non ha pi&ugrave; di 1024 cilindri, non
dovrebbero esserci problemi.
Se una partizione va oltre il 1024esimo cilindro, e hai
messaggi di errore come <errorname>invalid system disk</errorname> sotto
- DOS (Windows 95) e FreeBSD non parte, prova a cercare una opzione nel BIOS
- chiamata <quote>&gt; 1024 cylinder support</quote> o
+ DOS (&windows; 95) e FreeBSD non parte, prova a cercare una opzione nel
+ BIOS chiamata <quote>&gt; 1024 cylinder support</quote> o
<quote>NORMAL/LBA mode</quote>.
DOS potrebbe necessitare dell'LBA (Logical Block Addressing -
Indirizzamento Logico dei Blocchi) per partire correttamente. Se l'idea
@@ -339,38 +352,40 @@ Press Esc to continue
<filename>FBSDBOOT.EXE</filename> che trovi sul CD (dovrebbe trovare la
tua partizione FreeBSD e farla partire).</para>
- <para>FreeBSD+OS/2+Win95: Nulla di nuovo qui. Il boot manager di OS/2
- pu&ograve; far partire tutti questi sistemi operativi, cosicch&eacute; non
- dovrebbero esserci problemi.</para>
+ <para>FreeBSD + &os2; + &windows; 95: Nulla di nuovo qui. Il boot manager
+ di &os2; pu&ograve; far partire tutti questi sistemi operativi,
+ cosicch&eacute; non dovrebbero esserci problemi.</para>
- <para>FreeBSD+Linux: Puoi usare Boot Easy per far partire tutti e due i
+ <para>FreeBSD + Linux: Puoi usare Boot Easy per far partire tutti e due i
sistemi operativi.</para>
- <para>FreeBSD+Linux+Win95: (guarda la <xref linkend="ch3">)</para>
+ <para>FreeBSD + Linux + &windows; 95: (guarda la <xref
+ linkend="ch3">)</para>
</sect1>
<sect1 id="sources">
<title>Altre Fonti di Aiuto</title>
<para>Ci sono molti <ulink
- URL="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/HOWTO-INDEX.html">HOW-TO su
+ url="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/HOWTO-INDEX.html">HOW-TO su
Linux</ulink> che trattano come affrontare il problema di avere
pi&ugrave; sistemi operativi sullo stesso hard disk.</para>
<para>Il <ulink
- URL="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/mini/Linux+DOS+Win95+OS2.html">Linux+DOS+Win95+OS2
+ url="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/mini/Linux+DOS+Win95+OS2.html">Linux+DOS+Win95+OS2
mini-HOWTO</ulink> offre aiuto su come configurare il boot manager di
- OS/2 e il <ulink
- URL="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/mini/Linux+FreeBSD.html">Linux+FreeBSD
+ &os2; e il <ulink
+ url="http://www.linuxresources.com/LDP/HOWTO/mini/Linux+FreeBSD.html">Linux+FreeBSD
mini-HOWTO</ulink> potrebbe essere anch'esso interessante.
Anche il <ulink
- URL="http://www.in.net/~jkatz/win95/Linux-HOWTO.html">Linux-HOWTO</ulink>
+ url="http://www.in.net/~jkatz/win95/Linux-HOWTO.html">Linux-HOWTO</ulink>
&egrave; di grande aiuto.</para>
<para>L'<ulink
- url="http://www.tburke.net/info/ntldr/ntldr_hacking_guide.htm">NT
+ url="http://www.tburke.net/info/ntldr/ntldr_hacking_guide.htm">&windowsnt;
Loader Hacking Guide</ulink> fornisce buone informazioni sul
- multibooting di Windows NT, '95, e DOS con altri sistemi operativi.</para>
+ multibooting di &windowsnt;, '95, e DOS con altri sistemi
+ operativi.</para>
<para>E il pacchetto di Hale Landis, <quote>How It Works</quote> contiene
alcune utili informazioni su tutti i tipi di geometrie dei drive e su
@@ -380,7 +395,7 @@ Press Esc to continue
<para>Inoltre non perderti la documentazione del kernel di FreeBSD sul
processo di avvio, disponibile nella distribuzione dei sorgenti del kernel
(si scompatta in <ulink
- URL="file://localhost/usr/src/sys/i386/boot/biosboot/README.386BSD">file:/usr/src/sys/i386/boot/biosboot/README.386BSD</ulink>.</para>
+ url="file://localhost/usr/src/sys/i386/boot/biosboot/README.386BSD">file:/usr/src/sys/i386/boot/biosboot/README.386BSD</ulink>.</para>
</sect1>
<sect1>
@@ -494,6 +509,7 @@ Press Esc to continue
<thead>
<row>
<entry>ID (hex)</entry>
+
<entry>Descrizione</entry>
</row>
</thead>
@@ -501,36 +517,43 @@ Press Esc to continue
<tbody>
<row>
<entry>01</entry>
+
<entry>DOS12 primaria (12-bit FAT)</entry>
</row>
<row>
<entry>04</entry>
+
<entry>DOS16 primaria (16-bit FAT)</entry>
</row>
<row>
<entry>05</entry>
+
<entry>DOS estesa</entry>
</row>
<row>
<entry>06</entry>
+
<entry>DOS primaria di grande dimensione (&gt; 32MB)</entry>
</row>
<row>
<entry>0A</entry>
- <entry>OS/2</entry>
+
+ <entry>&os2;</entry>
</row>
<row>
<entry>83</entry>
+
<entry>Linux (EXT2FS)</entry>
</row>
<row>
<entry>A5</entry>
+
<entry>FreeBSD, NetBSD, 386BSD (UFS)</entry>
</row>
</tbody>
@@ -739,7 +762,7 @@ Press Esc to continue
</listitem>
<listitem>
- <para>Boot Manager di OS/2</para>
+ <para>Boot Manager di &os2;</para>
</listitem>
</itemizedlist>
</sect3>
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
index dec36e5c26..cf0a677b42 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/new-users/article.sgml
@@ -2,7 +2,7 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.35
+ Original revision: 1.38
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
@@ -10,6 +10,8 @@
%man;
<!ENTITY % freebsd PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Miscellaneous FreeBSD Entities//EN">
%freebsd;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % mailing-lists PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Mailing List Entities//IT">
%mailing-lists;
<!ENTITY % translators PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Translator Entities//IT">
@@ -35,14 +37,23 @@
<pubdate>15 Agosto 1997</pubdate>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.ibm;
+ &tm-attrib.microsoft;
+ &tm-attrib.netscape;
+ &tm-attrib.opengroup;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Congratulazioni per aver installato FreeBSD! Questa introduzione
&eacute; per chi &eacute; alle prime armi con FreeBSD
- <emphasis>e</emphasis> Un*x&mdash;perci&ograve; comincia dalle basi.
+ <emphasis>e</emphasis> &unix;&mdash;perci&ograve; comincia dalle basi.
Stai certamente usando la versione 2.0.5 o una pi&ugrave; recente di
FreeBSD distribuita da BSDi o FreeBSD.org, il tuo sistema ha (per il
momento) un solo utente (te stesso)&mdash;e sei probabilmente abbastanza
- bravo con DOS/WINDOWS o OS/2.</para>
+ bravo con DOS/&windows; o &os2;.</para>
<para>Traduzione a cura di &a.it.max;.</para>
</abstract>
@@ -409,12 +420,12 @@
<filename>/var/log/messages</filename>.</para>
<para>Usare tali comandi fa parte dell'amministrazione di
- sistema&mdash;e come utente singolo di un sistema Unix,
+ sistema&mdash;e come utente singolo di un sistema &unix;,
sei tu l'amministratore del sistema. Praticamente l'unica cosa
per la quale &egrave; necessario che tu sia root &egrave;
l'amministrazione. Queste responsabilit&agrave;
non vengono trattate bene nemmeno in quei grossi libri
- su Unix, che sembrano dedicare troppo spazio all'uso dei menu
+ su &unix;, che sembrano dedicare troppo spazio all'uso dei menu
nei windows manager. Potresti voler leggere uno dei pi&ugrave;
interessanti libri sull'amministrazione di sistema, come
<citetitle>UNIX System Administration Handbook</citetitle> di Evi Nemeth
@@ -682,9 +693,9 @@
<para>e riavviare per tornare in DOS. Copia questo file in una
directory DOS, richiamali con l'EDIT del DOS, Notepad o Wordpad di
- Windows, o un editor di testi, fai una piccola modifica in modo che
+ &windows;, o un editor di testi, fai una piccola modifica in modo che
il file debba essere salvato, e stampa come faresti da DOS o
- Windows. Spera che funzioni! Le pagine man vengono meglio se
+ &windows;. Spera che funzioni! Le pagine man vengono meglio se
stampate con il comando DOS <command>print</command>. (Copiare i file
da FreeBSD su una partizione DOS montata &egrave; ancora in alcuni casi
rischioso.)</para>
@@ -769,7 +780,7 @@
<term><command>man hier</command></term>
<listitem>
- <para>pagina man sul file system di Unix</para>
+ <para>pagina man sul file system di &unix;</para>
</listitem>
</varlistentry>
</variablelist>
@@ -788,10 +799,10 @@
anzich&eacute; <filename>/usr</filename> cercher&agrave; il/i file su
tutti i file system montati, inclusi i CDROM e le partizioni DOS.</para>
- <para>Un libro eccellente che tratta i comandi e le utility di Unix
+ <para>Un libro eccellente che tratta i comandi e le utility di &unix;
&egrave; <citetitle>Unix for the Impatient</citetitle> di Abrahams &amp;
Larson (2nd ed., Addison-Wesley, 1996).
- Ci sono anche un sacco di informazioni su Unix su Internet. Guarda
+ Ci sono anche un sacco di informazioni su &unix; su Internet. Guarda
<ulink URL="http://www.geek-girl.com/unix.html">Unix Reference
Desk</ulink>.</para>
</sect1>
@@ -886,16 +897,16 @@
quando usi <command>whereis</command> o which, dovresti
fare delle aggiunte all'elenco delle directory nel
file <filename>.cshrc</filename> nella tua directory home.
- L'elenco dei path in Unix fa la stessa
+ L'elenco dei path in &unix; fa la stessa
cosa che fa in DOS, tranne che la directory corrente (di
default) non si trova nel path per ragioni di sicurezza; se il comando
che vuoi eseguire &egrave; nella directory in cui ti trovi, devi digitare
<filename>./</filename> prima del nome del comando; niente
spazio dopo la barra.)</para>
- <para>Potresti volere la versione pi&ugrave; recente di Netscape
+ <para>Potresti volere la versione pi&ugrave; recente di &netscape;
dal loro <ulink URL="ftp://ftp.netscape.com/">sito FTP</ulink>.
- (Netscape necessita dell'X Window System.) Ora c'&eacute; una versione
+ (&netscape; necessita dell'X Window System.) Ora c'&eacute; una versione
per FreeBSD, quindi d&agrave; un'occhiata in giro. Usa solo
<command>gunzip <replaceable>nomefile</replaceable></command> e
<command>tar xvf <replaceable>nomefile</replaceable></command> sul file,
@@ -916,7 +927,7 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<filename>/usr/X11R6/lib/X11</filename>; se non lo sono, trovale
e mettile l&igrave;.</para>
- <para>Se hai originariamente installato Netscape dal CDROM (o via
+ <para>Se hai originariamente installato &netscape; dal CDROM (o via
FTP), non sostituire <filename>/usr/local/bin/netscape</filename>
con il nuovo binario di netscape; questo &egrave; solo uno script di shell
che imposta le variabili di ambiente per te. Rinomina invece
@@ -982,14 +993,14 @@ setenv XNLSPATH /usr/X11R6/lib/X11/nls</programlisting>
<note>
<para>Pu&ograve; essere pericoloso cambiare la shell di root in qualcosa
di diverso da <command>sh</command> o <command>csh</command> su
- versioni pi&ugrave; recenti di FreeBSD e di Unix; potresti
+ versioni pi&ugrave; recenti di FreeBSD e di &unix;; potresti
non avere una shell funzionante se il sistema entra in modalit&agrave;
singolo utente. La soluzione &egrave; usare <command>su -m</command>
per diventare root, che ti d&agrave; <command>tcsh</command> come shell
di root, poich&eacute; la shell &egrave; parte del tuo ambiente.
Puoi rendere tutto ci&ograve; permanente aggiungendo al
- tuo <filename>.tcshrc</filename> un alias con
- <programlisting>alias su su -m.</programlisting></para>
+ tuo <filename>.tcshrc</filename> un alias con:</para>
+ <programlisting>alias su su -m</programlisting>
</note>
<para>Quando <command>tcsh</command> parte, legge i file
diff --git a/it_IT.ISO8859-15/articles/vm-design/article.sgml b/it_IT.ISO8859-15/articles/vm-design/article.sgml
index 4e96042ea1..db5d83da9f 100644
--- a/it_IT.ISO8859-15/articles/vm-design/article.sgml
+++ b/it_IT.ISO8859-15/articles/vm-design/article.sgml
@@ -2,7 +2,7 @@
The FreeBSD Italian Documentation Project
$FreeBSD$
- Original revision: 1.12
+ Original revision: 1.13
-->
<!DOCTYPE article PUBLIC "-//FreeBSD//DTD DocBook V4.1-Based Extension//EN" [
@@ -10,6 +10,8 @@
%man;
<!ENTITY % freebsd PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Miscellaneous FreeBSD Entities//EN">
%freebsd;
+<!ENTITY % trademarks PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Trademark Entities//EN">
+%trademarks;
<!ENTITY % translators PUBLIC "-//FreeBSD//ENTITIES DocBook Translator Entities//IT">
%translators;
]>
@@ -32,6 +34,14 @@
</author>
</authorgroup>
+ <legalnotice id="trademarks" role="trademarks">
+ &tm-attrib.freebsd;
+ &tm-attrib.linux;
+ &tm-attrib.microsoft;
+ &tm-attrib.opengroup;
+ &tm-attrib.general;
+ </legalnotice>
+
<abstract>
<para>Il titolo &egrave; in realt&agrave; solo un modo complicato per dire
che cercher&ograve; di descrivere l'intera enchilada della memoria
@@ -91,7 +101,7 @@
sfortunatamente sfuggono alla maggior parte delle persone. Il pi&ugrave;
grande errore che un programmatore possa fare &egrave; non imparare
dalla storia, e questo &egrave; precisamente l'errore che molti sistemi
- operativi moderni hanno commesso. NT &egrave; il miglior esempio
+ operativi moderni hanno commesso. &windowsnt; &egrave; il miglior esempio
di questo, e le conseguenze sono state disastrose. Anche Linux commette
questo errore a un certo livello&mdash;abbastanza perch&eacute; noi
appassionati di BSD possiamo scherzarci su ogni tanto, comunque.
@@ -99,9 +109,9 @@
di una storia con la quale confrontare le idee, un problema che sta
venendo affrontato rapidamente dalla comunit&agrave; Linux nello stesso
modo in cui &egrave; stato affrontato da quella BSD&mdash;con il continuo
- sviluppo di codice. La gente di NT, d'altro canto, fa ripetutamente gli
- stessi errori risolti da &unix; decadi fa e poi impiega anni nel
- risolverli. E poi li rifanno, ancora, e ancora.
+ sviluppo di codice. La gente di &windowsnt;, d'altro canto, fa
+ ripetutamente gli stessi errori risolti da &unix; decadi fa e poi impiega
+ anni nel risolverli. E poi li rifanno, ancora, e ancora.
Soffrono di un preoccupante caso di <quote>non &egrave; stato progettato
qui</quote> e di <quote>abbiamo sempre ragione perch&eacute; il nostro
dipartimento marketing dice cos&igrave;</quote>. Io ho pochissima
@@ -986,7 +996,7 @@
contesto tra processi, e ci&ograve; &egrave; molto
importante.</para>
- <para>Ma nel mondo Unix devi lavorare con spazi di indirizzamento
+ <para>Ma nel mondo &unix; devi lavorare con spazi di indirizzamento
virtuali, non con spazi di indirizzamento fisici. Ogni programma
che scrivi vedr&agrave; lo spazio di indirizzamento virtuale
assegnatogli. Le effettive pagine <emphasis>fisiche</emphasis>